RSS

Gli scalini che portano in cielo

La vita è come un tapirulan, che scorrendo ci spinge costantemente verso due scale: una in salita e l’altra in discesa.
La prima porta in cielo, ma la salita è faticosa. La seconda discende, è molto più comoda, ma porta ‘in basso’.
La nostra unica libertà sta nello scegliere se salire o scendere.
Quando iniziamo la salita? Quando ci accorgiamo dell’inganno. Quando il caldo diventa insopportabile.
Allora come un fiore che anela alla luce, anche noi iniziamo la risalita.

Pubblicità
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 21/11/2022 in Uncategorized

 

Lavorare con gli elementi dell Spirito, accantonando quelli mondani, permette di ricevere energia immediata, percepibile allo stato fisico sotto forma di gioia, sicurezza, pace.
Se non fossimo costretti ad affrontare difficoltà, non accetteremmo mai di accantonare gli elementi mondani.

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 21/11/2022 in Uncategorized

 

08/11/2022

Camminavamo in silenzio, sotto la luce di questa incantevole luna. D’improvviso, la voce innocente di una bimba che appena camminava, alzava il dito verso il cielo gridava: <<Guarda su! Guarda su!>>

Così ricordavo che se tutto ha un senso ed il caso non esiste, allora anche ogni suono, ogni voce, ogni cosa percepita è come un tassello di un puzzle, cucito su misura per noi, che come una freccia, guida la nostra presenza verso la meta a cui inesorabilmente prima o poi, tutti arriveremo.

E tutto accade in questo istante, così evidente da non esser percepito come tale; tutta la nostra vita accade, fuori dal tempo, tutto accade.

Guarda su…! Guarda su…

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 08/11/2022 in Uncategorized

 

Santi nel viavai

Accorgersi che al di là delle apparenze materiali, non c’è alcuna differenza tra noi e loro, i ‘Santi nel viavai’,

perché ‘l’Essenza’ è immutabile, perfettamente uguale per ogni essere umano qui.

E ‘l’Essenza’ è tutto ciò che siamo, che portiamo al momento dell’arrivo e della ripartenza,

senza la minima contaminazione derivante dall’esperienza vissuta, che è solo un vestito, una maschera ( lat. Persona = ‘maschera’).

Così più ti avvicini a Loro, più scopri Te.

Più te ne allontani, più perdi quella sacra occasione.

E allora capisci perché il Maestro dei maestri non si circondava di Scribi e intellettuali, ma di poveri, disagiati, malati e peccatori, comprese prostitute.

<<Beati voi poveri, perché vostro è il regno di Dio. Beati voi che ora avete fame, perché sarete saziati.

Beati voi che ora piangete, perché riderete. >>Luca 6,20-23

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 07/11/2022 in Uncategorized

 

19/10/2022

Cosa ha oggi, in comune con ieri?

Niente, solo il nostro pensiero li accomuna; tesse una storia e la protrae.

In realtà, non c’è niente di uguale al giorno prima, per chi ha occhi per vedere ed orecchie per sentire.

Osservando il pensiero tessitore, moriamo e nasciamo, in ogni istante.

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 19/10/2022 in Uncategorized

 

13/10/2022

La gran parte dei Paesi, soprattutto quelli considerati ‘più evoluti’, più industrializzati, più progrediti del mondo, testano e schierano arsenali atomici, considerando quindi l’argomento razionale, ragionevolmente utile per qualche fine.

Tuttavia, paradossalmente, la salvezza dell’uomo, potrebbe risiedere proprio in questo momento, ovvero nell’accorgersi che, malgrado gli sforzi razionali, i ‘progressi evolutivi’, tecnologici e le conquiste scientifiche, qualcosa gli sfugge (nel vero senso della parola).

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 13/10/2022 in Uncategorized

 

L’alchimista

Voglio che il mio matrimonio vada così, che la mia casa ed il mio lavoro siano così, che i miei figli diventino così ecc…

Tutto schematizzato in una “proiezione fossile” di un programma “perfetto” secondo la nostra logica mentale.

Poi, per fortuna, arriva l’Intelligenza divina, quella vera, che con un bello scossone, ci porta verso una perfezione diversa, inconcepibile sul momento, che forse avevamo dimenticato e che come un terremoto, ci rimette con i piedi per terra…e con la testa volta vero il cielo.

Non è così? Pensandoci bene, non è così per ognuno di noi, in diverse misure, nessuno escluso?

Se fosse per noi, vivremmo con il solo scopo di replicare sempre i soliti meccanismi monotoni, quelli che ci danno delle garanzie, delle certezze ed un po’ come macchine, percorreremmo sempre i soliti passi per timore di scoprire il nuovo…perché infondo infondo… “Del doman non v’è certezza”.

Ma sapete perché non ci è permesso? Perché un essere umano è un essere divino, ha un’anima che mai e poi mai accetterebbe di fare la fine di un robot, di un calcolatore, di un computer! Piuttosto, meglio morire!

E allora quando suona la sveglia, arriva lo scossone che ci toglie il lavoro, la salute, cambia i nostri progetti per la casa, famiglia, salta il matrimonio ecc…ecc…

<<Maledetto scossone!>> Afferma l’uomo colto nel sonno.

<<Benedetto scossone!>> Afferma la vigile consapevolezza, che ben sa di non possedere nulla in questo mondo, tranne sé stessa.

La vigile consapevolezza, il nostro alchimista interiore, in grado di trasformare il piombo, in oro.

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 05/10/2022 in Uncategorized

 

28/09/2022

Se tutto cambia e tu rimani qui, cambierai insieme al tutto.
Questo cambiamento può essere accettato e accolto,
altrimenti genererà solo sofferenza.

Nella Bhagavad Gita, una delle vie principali insegnata, è proprio la Bhakti Yoga ovvero l’abbandono al Sé.
Che tradotto per l’occidentale diventa: Sia fatta la Tua volontà e non la mia.
È sempre stato così, ma adesso il cambiamento è repentino, travolgente e quindi, incredibilmente evidente.

Siamo nell’era del Kali Yuga

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 28/09/2022 in Uncategorized

 

23/09/2022

Potresti essere un sasso, un qualsiasi oggetto, oppure non esistere affatto.

Invece affermi: “Sento di esistere”.

Poi apri gli occhi e come d’incanto, vedi.

Ma cos’è questa sensazione, che cos’è tutta questa ‘roba’?

Silenzio.

Dall’ascolto di quel silenzio, giunge un sussurro: “È un miracolo”.

Il miracolo celato dal pensiero compulsivo, dalla scontentezza, dal desiderio, dalla fretta, dall’abitudine.

Il miracolo, difronte al quale ogni cosa, ogni problema di questo mondo,

altro non è che una istantanea, celere e sfuggente, sovrapposizione mentale.

Foto dal web
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 23/09/2022 in Uncategorized

 

La girandola

Era li che girava, quella girandola posta sul terrazzo davanti a casa mia.

Se avesse potuto parlare, credo che avrebbe detto: «Vedi.. produrre corrente non costa niente, tutti si lamentano del caro energia, ma paradossalmente nessuno mi considera! Così giro a vuoto tutti i giorni, senza poter accendere neanche una lampadina!»

In effetti sarebbe così semplice ricavare energia, che la terra potrebbe trasformarsi da “terra di lavoro” a “terra di luce”.

Ma questo non è il Paradiso.

La sofferenza, permette di trasformare il sasso in diamante e c’è quindi chi è preposto per mantenere saldi determinati equilibri, affinché questo pianeta resti una “terra di lavoro”.

Se siamo qui, è per imparare a trasformarci da meri sassi a splendidi diamanti. Non in vacanza.

Perciò, ai preposti, è concesso di continuare a lavorare nell’ombra; perché il “male”, in termini assoluti, è sempre al servizio del “bene”.

Il ruotare della girandola, mi richiamava un po’ la corsa del topo nella ruota, illuso di poter raggiungere finalmente una meta e cambiare le sorti della sua esistenza, ignaro che invece..tutto è perfetto così com’è.

Forse quel topo si illude al pari dell’uomo, quando tifa per un politico piuttosto che per un altro, immaginando che qualcuno o qualcosa possa magicamente cambiare le sorti del suo divenire su questo pianeta.

«Pura illusione!» direbbe il topo se potesse vedersi nella gabbia dall’alto. «Quanta fatica inutile solo per un fraintendimento, quando in realtà bastava intuire che Tutto, è già misteriosamente in equilibrio perfetto, compreso me!»

13/09/2022

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 14/09/2022 in Uncategorized